Oroscopo di fine anno… sempre bene con Lunaria a favore

Oroscopo di fine anno… sempre bene con Lunaria a favore

L’anno si conclude sempre con i riti immancabili, quali ad esempi l’oroscopo. Cosa se non la Luna è protagonista.

Per questa analogia mi permetto oggi di proporre a voi una cantina molto particolare e ricca di fascino, oltre che di ottimo vino: Lunaria.

Siamo in Abruzzo e più precisamente ad Orsogna, alle pendici della Maiella da dove nelle belle giornate si potrebbe vedere il mare, ma resta una terra dura ed aspra, perfetta per vini di carattere.

Lunaria, in realtà non è una vera e propria cantina, ma è un brand della Cantina Cooperativa Orsogna. La particolarità di questa cantina è l’essere biologica all’85%, che ne fa il principale produttore di uva biologica in Italia. Inoltre il 35% è certificato Demeter biodinamico e Lunaria lo è in entrambe le configurazioni.

Lunaria produce diversi vini: Montepulciano d’Abruzzo, Trebbiano d’Abruzzo, Pecorino, Moscato, Malvasia Bianca, Pinot Grigio, Primitivo.

Oltre questi vi è poi il mio preferito: il Bucefalo. Si tratta di un Montepulciano le cui uve sono fatte appassire prima di essere macerate e fermentate. Il risultato è un vino dal colore rosso rubino con riflessi purpurei, al naso si sente frutta rossa, confettura di amarena e mandorla. In bocca lievemente dolce, caldo, morbido, con buona intensità e persistenza aromatica. Lo consiglio per carni rosse, fegato, selvaggina, dolci al cioccolato, formaggi con mostarde.

Infine per il brindisi di capodanno, anche qui una proposta ancestrale, lo spumante con fondo di fermentazione spontanea e senza solfiti aggiunti. Sono vini che seguono le “regole della natura” e ogni giorno maturano ed esaltano i loro pregi. “Ancestrale” è il metodo fermentativo usato dai nostri antenati: la maturazione dello spumante avviene sui propri lieviti, con un aspetto un po’ velato e opaco, in contrasto con la brillantezza e la luminosità delle bollicine a cui siamo abituati. I vini sono dotati di una spuma piacevole, non aggressiva. Lunaria li propone in varietà Malvasia, Pecorino e Pinot Grigio. Il “fondo” di fermentazione è essenziale e dona profondità, spessore e carattere al vino.

Sinceramente cominciare l’anno ingraziandosi la Luna può essere interessante, ma Orsogna ed i suoi vignaioli sono visitabili tutto l’anno.

Suggerisco quindi di visitare il sito prima di procedere e guardare quali sono i diversi progetti in essere e poi contattare Lunaria o gli altri vignaioli, davvero tutti di alto livello, per selezionare il percorso culinario e non solo che più possa aggradare.

Vi aspetto!

A cura di Cristina Mascanzoni Kaiser  

 

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.